LUCE DELHOVE

 

LUCE DELHOVE

pittrice e scultrice di origine belga, docente all’Accademia di Belle Arti di Milano, poliedrica sperimentatrice di materiali, ci propone le sue “strutture di luce”.

Lo scopo è indagare e raccontare per tappe quel legame innato, dai risvolti antropologici, tra l’osservatore e le molteplici sensazioni emanate dalla luce. Una tensione verso l’infinito, in parvente fluire sottotraccia fra passato e presente, che promana un amore condiviso dall’artista per le combinazioni luminose, istituendo strutture essenziali o più complesse, come elementi di un linguaggio espressivo parallelo.
L’autrice restituisce una ricerca personale che spazia in diversi ambiti e tecniche, con una singolarità di esiti. Trame lineari o curve, dalle proporzioni precise o irregolari, quanto ramificazioni di impronta naturalistica, preludono all’enfasi di splendenti ritmi alternati o di labirinti di ombra.  Motivi vibranti affiorano da moti interiori, in tessiture primitive come in riflessioni estetiche contemporanee. La sintonia di una vocazione istintiva per la composizione, proprio della luce con tutte le sue caratteristiche, materiche e d’energia, frutto di un ordine mentale, che agisce da sempre, fuori del tempo e dei luoghi. Universale.